Conversation from Sound Energy Group

Sound Energy 30th July 2010

“Everything has a sound” says Ino Moxo, the magician from Amazon.

“ Tuning up with the cosmic vibration” suggests the induist anticipating of hundreds of years what Plnck
has specified at the beginning of the last century.
Sound and Vibration are a difference,that is produced during the exercise of energy, a friction, a
transformation of a motus, a rest.
Sound and vibration are among the phenomena that belong to an Entropic condition: there are almost
the angel of custody.
How to define a field where the entropic derive of the Universe is controlled, produced and made
visible by the simple human presence?

A big circular antenna defines a pure field where the antenna is

simultaneously perimeter, centre of geometry of influence,sensor that register the alterations.

The interferences between the movement of the individual and the impercettible electric life of an
unimated object are transformed into enrgy that can be heardeven by whom is not wondering yet about
the nature of the field.
As in every exchange, it is not obvious that the the final balance is even: therefore a huge effort can
produce a small increment of sensibility. But sometimes it happens the opposite:

an infinitesimal part of

the whole materializes the totality.

-

“Ogni cosa ha un suono”, dice Ino Moxo, lo stregone amazzonico. “Accordarsi
> alla vibrazione cosmica” suggerisce l’induista, introducendo centinaia di
> anni prima ciò che Planck preciserà agli inizi del secolo scorso.
> Suono e vibrazione sono uno scarto che si produce durante l’esercizio di
> energia, un attrito, una trasformazione di moto, un resto. Suono e
> vibrazione sono fra i fenomeni che pi√π appartengono ad una condizione
> entropica, ne possono quasi essere considerati i numi tutelari.
> Come definire un campo in cui la deriva entropica dell’universo sia
> controllata, prodotta e resa manifesta dalla semplice presenza umana? Una
> grande antenna circolare delimita un campo puro in cui essa ne è al tempo
> stesso perimetro, centro della sua geometria di influenza, sensore che ne
> registra le alterazioni. Le interferenze fra il movimento di un individuo e
> l’impercettible vita elettrica di un oggetto inanimato si trasformano in
> energia udibile anche da chi ancora non si è interrogato sulla natura del
> campo.
> Come in ogni scambio non è detto che il bilancio sia in parità, così un
> enorme sforzo può produrre solo un piccolo incremento di sensibilità. Ma a
> volte succede anche il contrario: che un’infinitesima parte del tutto possa
> materializzare la totalità.

Sound Energy

Beyond Entropy

Electric Energy Group

Autori: Massimo Bartolini, Dario Paolo Benedetti, Riccardo Rossi, Salottobuono

Titolo: Sustain

Didascalia: Uno strumento ancestrale per sostenere ed esperire la capacità di perdurare. / An ancestral instrument to nourish and experience the ability to endure.

Anno: 2010

Copyright: Massimo Bartolini, Dario Paolo Benedetti, Riccardo Rossi, Salottobuono

Sound Energy: 15 June 2010

Fondazione Cini Venue 2

Cluster of San Giorgio Maggiore

img_0826

Sala Carnelutti: Plans

Sala Carnelutti: interior view

img_0807

View from San Giorgio Island

img_0829

Waiting area before sala Carnelutti

img_0805

Entrance to Sala Carnelutti

img_0803

Waiting area before  Sala Carnelutti

img_0804

Fondazione Cini Venue

Venice,  Fondazione Cini, San Giorgio Island

img_0795

West Bank

img_0820

Sala Carnelutti: Interior

img_0806

Next Page »